Nel Mondo

Quattro amici al bar!

Spesso la fortuna associata ad una buona preparazione porta al successo imprenditoriale. É il caso di Gfl, una società nata diciassette anni fa ad opera di quattro amici universitari. Erano seduti attorno ad un tavolo in un bar di Pavia e hanno avuto un’idea che ha rivoluzionato le loro vite e il business europeo degli accessori per gli hotel.

Tutto è iniziato con una semplice idea: lanciare un gadget per l’editoria, una spugna imbevuta di bagno schiuma destinata ai lettori di TuttoTurismo e guadagnarci qualcosa. Ma presto i quattro amici si sono resi conto che il business degli accessori per gli hotel era quello che W. C. Kim e R. Mauborgne avrebbero definito “Oceano Blu” ovvero uno spazio di mercato ancora poco conosciuto dove poter investire e anche con buoni margini di successo. Vent’anni fa, in Europa, questo settore era cosparso di una miriade di piccole imprese che oggi si sono rivelate non abbastanza forti per servire le grandi catene; la produzione orientale ha invaso il mercato spazzando via tantissime di queste realtà. Gfl è ancora in grado di competere nell’arena europea grazie alla sua capacità di investire in ricerca e sviluppo, di fornire prodotti unici, espressamente creati per un’unica insegna, realizzati con materiali che seguono il trend dell’ecologia e del naturale. Attualmente Gfl è il maggior produttore europeo di dispenser per bagno nelle grandi catene. Tutto ciò gli consente di avere una quota di mercato in Europa del 30%, un giro d’affari di 23 milioni di euro nel 2011, prospettive di acquisizioni nel futuro e una crescita stimata del 10% nel primo semestre del 2012 grazie al continuo aumento della domanda.

Questo caso di successo fa riflettere sia sul ruolo della fortuna sia sul ruolo dei giovani nel business. Per quanto riguarda il primo si può vedere come la fortuna non sia legata solo al caso: fortuna è un mix tra un adeguato lavoro di preparazione e le opportunità che nascono dall’ambiente esterno ed interno. Entrambi questi elementi possono condurre ad una strategia vincente che si evolve nel tempo e che resiste alle sempre nuove minacce nel mercato. Basti pensare al successo di Geox con la “scarpa che respira”, o della multinazionale statunitense 3M con i suoi post-it nati per errore.

Per quanto concerne, invece, il ruolo dei giovani nel business, è sempre piacevole sentire come la freschezza delle giovani menti può condurre allo sviluppo di schemi imprenditoriali che catturano spazi di mercato ancora inesplorati, come le idee innovative e di successo possano nascere da incontri al bar, dall’osservazione del comportamento delle persone, da piccole scommesse, dalla voglia di guadagnare qualche soldo per sbarcare il lunario, semplicemente… dal caso.

Click to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top