Pillole

10 consigli per battezzare una startup

Pensare a nomi come Apple, Ikea o Amazon ci fa capire l’importanza che il nome può avere: la nostra mente vi associa valori, immagini e significati.

Se scelto d’astuzia, il nome può diventare un moltiplicatore a nostro favore; tuttavia battezzare la nostra attività imprenditoriale potrebbe essere uno degli step più difficoltosi del nostro percorso verso il successo, e la grande divergenza degli esperti nel settore non semplifica di certo il compito!

Alcuni di loro ritengono che i migliori nomi siano quelli astratti, su cui l’impresa possa creare una propria inconfondibile immagine, altri invece preferiscono i nomi informativi e descrittivi grazie ai quali il potenziale cliente possa capire subito di cosa si occupa l’impresa. Se ci orientiamo verso un nome astratto, di sicuro avremmo più possibilità di crearne uno unico, nuovo, potremmo dare sfogo alla nostra inventiva e trovare un nome che susciti la curiosità delle persone, tuttavia se optiamo per un nome che trasmetta le nostre competenze saremmo sicuramente più rintracciabili online.

Ci sono una miriade di fattori da considerare, sarebbe impossibile elencarli tutti, variano da settore a settore e non c’è una formula precisa da seguire.

Però ci sono degli elementi che sarebbe utile valutare quando si sceglie una denominazione, eccone alcuni:

1) il nome deve suonare bene pronunciato ad alta voce. Deve essere facile da utilizzare in una conversazione, alla radio o in tv, quindi meglio evitare gli scioglilingua! È utile provare il nome in differenti conversazioni per sentire come suona e magari immaginarlo su carta intestata;

2) è preferibile evitare nomi lunghi, l’attenzione dei consumatori d’oggi è molto contesa: un nome corto che “va direttamente al punto” catturerà più facilmente l’attenzione del cliente e potrebbe aiutare a mantenerla nel tempo essendo più facile da ricordare;

3) conviene usare parole specifiche piuttosto che generiche: il nome dovrebbe rafforzare gli elementi chiave del business e trasmettere significato. Ma attenzione, è impossibile trasmettere tutto a tutti, meglio assicurarsi che il nome sia attraente per il cliente che si vuole conquistare;

4) evitare nomi di dubbia pronuncia, è conveniente dare alla propria start-up un nome facilmente ripetibile e altrettanto facilmente trovabile online;

5) è il caso di pensarci due volte prima di utilizzare acronimi. É vero, la BMW ad esempio ha fatto i milioni ma si tratta di una grande azienda affermata da tempo. In fase di decollo meglio affidarsi ad un nome che sia comunicativo ed avvincente. Spesso le parole reali funzionano meglio di sigle, numeri o parole composte;

6) valutare che il nome sia adeguato alle aspettative di evoluzione della start-up, meglio scartare i nomi geografici che potrebbero circoscrivere la futura crescita in altre aree e optare per nomi che siano in grado di stare al passo coi tempi;

7) assicurarsi che il nome sia disponibile, usare un nome già in possesso potrebbe portare molti sconvenienti. È prudente e doveroso effettuare una verifica dei marchi registrati sia a livello nazionale che internazionale;

8 ) vedere che succede digitando il nome che si ha in mente sul web potrebbe fornire una visione di parole e immagini che vi sono associate;

9) dopo aver elaborato alcune idee è bene rivolgersi a potenziali clienti per sentire cosa ne pensano;

10) trovare un buon nome può rilevarsi molto difficoltoso, se si hanno le risorse finanziarie per farlo, prendere in considerazione di consultare un esperto potrebbe essere una buona idea, soprattutto in un settore in cui il nome giusto fa la differenza e determina il successo di un’impresa piuttosto che il suo fallimento.

1 Comment

1 Comment

  1. marco

    5 settembre 2012 at 21:54

    7.bis) fare un giro su Aruba e assicurarsi che sia disponibile anche il sito e non solo il .it… magari anche il .com …
    7.ter) fare una ricerca sul sito del registro imprese anche sui nomi di aziende e non solo di marchi registrati è vero che di bar mario ce n’è uno in ogni città ma non tutti i business nascono e muoiono intorno alla loro sede operativa

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top