Pillole

Sapete quale marmellata scegliere? – prima parte

Gli articoli precedenti hanno trattato le mosse che uno startupper dovrebbe intraprendere in termini di business plan, luogo in cui operare, fonti di finanziamento, ecc…

Chi fa un’impresa però, è principalmente l’imprenditore.

C’è chi nasce con capacità imprenditoriali e chi le acquisisce con la pratica, non tutti possono farcela.

Ecco un elenco di caratteristiche che a mio parere dovrebbe avere un leader, stilate in base agli errori e i meriti osservati nelle mie esperienze lavorative.

1) AMBIZIONE E AUTOSTIMA

Il pensare comune suggerisce che è bene puntare in alto per riuscire ad arrivare almeno a metà del percorso. Non usate tutto il vostro tempo per cercare di migliorare in ciò che non vi riesce bene, focalizzatevi sulle vostre capacità migliori ed esaltatele, ne trarrà vantaggio anche la vostra autostima.

“Quando qualcuno mi dice che non ha nessuna buona idea, o che non è capace di fare qualcosa, gli domando: ‘hai qualche cattiva idea?’. 9 volte su 10 la risposta è no. Trovare buone idee è incredibilmente facile dopo averne trovate di cattive. Un modo per diventare creativi è imparare ad avere pessime idee.” (Seth Godin)

2) PROPENSIONE AL RISCHIO

“Devi decidere che tipo di persona vuoi essere. Ne esistono di tre tipi: coloro che fanno accadere le cose, coloro che guardano accadere le cose e coloro che si meravigliano di ciò che accade.” (John M. Capozzi)

La fortuna di uno startupper rispetto ad un imprenditore con un’attività già avviata è di non aver ancora commesso errori. Inoltre, non ha alle spalle una struttura preesistente che impone vincoli. Quindi, approfittatene.

3) NON AVERE STIPENDI E/O ORARI (almeno per i primi tempi)

Finché avete idee che vi frullano per la testa lavorateci su, prendete nota di ogni cosa .

La parte complicata è finire, godetevi la parte iniziale.

4) CARISMA E APERTURA MENTALE

Il carisma è contagioso, genera seguito. Un leader carismatico coinvolge i propri dipendenti e collaboratori. Lo staff va ispirato, messaggi come: ‘devi essere più entusiasta o ti licenzio ‘ non funzionano. Per riuscirci ha bisogno della capacità di capire o interpretare i vari punti di vista di un problema che gli vengono sottoposti.

Regola: se volete comprendere quello che qualcun altro vi sta dicendo, dovete assumere che abbia ragione.

Esercizio tratto da ‘Arte di ascoltare e mondi possibili’ di Marianella Sclavi:

provate ad unire i 9 punti con 4 segmenti, senza mai sollevare la penna dal foglio. Non gettate i tentativi sbagliati, tenete una cronologia del percorso eseguito.


La soluzione sarà svelata nella seconda parte dell’articolo.

1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: SAPETE QUALE MARMELLATA SCEGLIERE? – seconda parte | Idea Startup

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top