Nel Mondo

Startup weekend: 54 ore…possono bastare!!


Parafrasando una canzone di Battisti possiamo introdurre questo articolo; per Startup Weekend, 54 sono le ore necessarie per sviluppare una vera e propria startup.

Nata dalla esperienza nel settore strategico-aziendale della Kauffman Fondation, lo Startup Weekend intende creare un network globale, in cui imprenditori attuali e futuri, possano interagire attraverso team working e communities. La mission finale di questa organizzazione prevede che i partecipanti amplino le proprie capacità nelle analisi delle skills dei propri collaboratori, per renderli il più partecipi possibili e motivati all’obbiettivo ossia il lancio della startup!

Questa serie d’incontri sviluppati all’interno dei tre giorni dei week-end nelle più importanti città europee e mondiali – nell’edizione 2012 del tour mondiale ha toccato le città italiane di Torino, Milano, Brescia, Trento, Napoli, Bari e Catania – sono rivolti anche a sviluppatori, designer e product manager che credono nel modello di business delle startup.

In questa full immersion intervengono esperti in materia e imprenditori che hanno iniziato la propria attività e che valuteranno, alla fine della tre giorni di meeting, le nuove idee imprenditoriali e i prototipi di prodotto che nasceranno dai partecipanti.

Punti fondamentali su cui gli Startup Weekend posa le sue basi, sono:
Education: Startup Weekend non vuole che i partecipanti debbano essere solo li ad ascoltare teorie, ma deve costruire la propria strategia e testare la sua valenza;
Costruire il proprio network: il weekend non deve essere solo un “happy-hour”, si devono intrattenere relazioni tra persone, dove poter risolvere i problemi e le difficoltà che si possono incontrare durante la vita in azienda, portando a relazioni stabili e durature nel tempo, con la possibilità di attrarre possibilità di lavoro e investimenti;
Co-founder dating: riguarda soprattutto il team, punta ad ampliare la capacità di trovare persone con cui rendere reale la propria idea;
Acquisire nuove skills: Startup Weekend è la perfetta situazione, dove poter sviluppare nuove creatività, opportunità, nuove piattaforme, nuovi linguaggi di programmazione o imparare qualcosa di diverso dal solito;
Lanciare una realtà in un business: Startup Weekend è sinonimo di qualità. Dai dati disponibili fino ad ora si è rivelato che il 36% delle startup nate dopo i vari meeting in tutto il mondo, sono diventate aziende con basi solide dopo soli tre mesi; dai sondaggi effettuati dopo gli eventi, l’80% dei partecipanti vuole continuare a lavorare con il proprio team per consolidare la startup creata;
Face to face con imprenditori: possibilità di incontrare proprietari di startup locali con confronti one-to-one.

In conclusione, il sito di Startup Weekends cita pochi dati ma semplici per attirare l’attenzione:
57000, le startup che hanno partecipato alla tre giornate;
672 startup weekends e 313 eventi collaterali ad esso;
Più di 5000 startup sorte.

I numeri ed il programma svolto all’interno dello Startup Weekend parlano chiaro, ed a mio avviso è uno degli strumenti fondamentali per poter essere in grado di creare e gestire una startup; in una sorta di brain strorming, si concentrano in breve tempo innovazione strategica, idee e partnership.

Anche i costi per l’intero weekend non sono proibitivi (quota compresa tra i 75 e i 150 dollari); permette a chiunque fosse interessato ad avviare una propria attività o anche a semplici studenti di approfondire aspetti teorici e pratici del mondo delle startup, punti focali per un crearsi un futuro migliore.

Click to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top