Interviste

L’importanza di un buon Mentor

Hai una buona idea ma ti mancano conoscenze ed esperienza? Un buon mentor potrebbe aiutarti a passare dalla teoria alla pratica. Ma chi è la figura del mentor?

Si tratta di un imprenditore che sa già muoversi con destrezza nel mondo degli affari e che (a volte fallendo, a volte con successo) ha già acquisito un bagaglio di esperienze pratiche che sopratutto se realizzate nello stesso settore della tua startup, può essere di grandissimo aiuto.

Il mentor ti può aiutare a realizzare la tua idea imprenditoriale, suggerire come trovare il capitale d’inizio, fornire l’esperienza e la saggezza che ti mancano e sentir suonare eventuali campanelli d’allarme per tempo! Potrebbe fare in modo che tu non commetta i suoi stessi errori o trasmetterti i segreti del suo successo! Ma sopratutto si tratta di un imprenditore che ha una reale e grandissima passione per quello che fa e la cui passione si concretizzi anche nella voglia di aiutare uno startupper.

Come si può trovare un mentor? Vediamo cosa suggeriscono gli esperti in materia, in particolare ecco alcuni preziosi consigli di Adam Toren (imprenditore, mentore, investitore e co-fondatore di YoungEntrepreneur.com) e di David Cohen (fondatore e Ceo di TechStars, avvocato e consulente in materia d’impresa che nel corso della sua carriera ha investito in più di 150 startups):
Individua le tue necessità e conseguentemente il tipo di mentor di cui hai bisogno;

Focalizzati prima a livello locale cercando di individuare un imprenditore o un dirigente di tua stima che operi nel tuo circondario. Puntare subito ad uno dei mentor più conosciuti ed impegnati non funziona sempre; un imprenditore locale potrebbe essere più disponibile rispetto ad una figura molto richiesta;

Chiedi il primo incontro con un’interessante comunicazione via email in grado di catturare l’attenzione del tuo destinatario ad esempio parlando dei progressi che stai facendo con il tuo prodotto. E se chiedi un incontro, chiedine uno di 15 minuti nel suo ufficio!

Tira fuori la tua umiltà, preparati a considerare idee che magari non centrano esattamente le tue aspettative ed opinioni, sii aperto ad altri punti di vista. Un giovane che si dimostri troppo sicuro di sé e delle sue idee potrebbe far scappare chi ne sa più di lui!

Rimani flessibile, potresti essere così fortunato da trovare un imprenditore che ti segua costantemente ma potresti anche imbatterti in qualcuno che ti possa dedicare soltanto qualche preziosa ora ed in quel caso considera che ogni piccolo aiuto è utile. Approfittane il più possibile. Il tuo mentore potrebbe essere un professionista di un’area specifica soltanto, ma va comunque sfruttato al massimo!

Ringrazia il tuo mentor! Trova il modo di fargli sapere quanto tu apprezzi il suo aiuto!

Massimizza la relazione con il tuo mentor! Una volta intrapreso il rapporto continua a coltivarlo. Un buon modo potrebbe essere quello di aggiornare il tuo mentore sui progressi della tua startup regolarmente con delle piccole e-mail in modo che possa essere fiero di come sia stato utile il suo supporto. Non smettere di chiedere consigli e chiedine sempre uno alla volta (senza pretendere troppo) in modo che la relazione di mentorship continui e ti possa tornare utile.

La figura del mentor, è molto collegata a quella dell’Angel Investor, molto spesso infatti tali ruoli sono ricoperti dalla medesima persona. Un mentor diventa Angel Investor quando oltre alla sua esperienza e collaborazione offre anche del capitale che, grazie alla mentorship, verrà senz’altro sfruttato meglio.

1 Comment

1 Comment

  1. Alessandro

    29 Gennaio 2013 at 10:56

    Interessantea articolo, ne stavo giusto cercando uno.
    Potete segnalare dove è possibile trovarli?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

Informiamo gli appassionati e i curiosi sull'ecosistema startup e gli attori al suo interno!

ideastartup on facebook

Copyright © 2015 IdeaStartup

To Top