In Italia

Università, industria e strutture finanziarie: una partnership indispensabile Parte2

in conclusione dell’articolo della settimana scorsa, per chi se lo fosse perso: http://www.ideastartup.it/2013/11/19/universita-industria-e-strutture-finanziarie-una-partnership-indispensabile-parte1/

L’esigenza di ricorrere alla quotazione è un punto imposto dai v.c. come exit strategy. I venture capitalist lasciano però un’alternativa agli imprenditori: la possibilità di farsi acquisire da un’impresa più grande (ipotesi meno gradita ai v.c.).

Finchè non sia stato sciolto questo dubbio le società di v.c. non entrano nel capitale delle start-up, in quanto i soli dividendi non ripagherebbero l’investimento.

Riguardo l’andamento storico delle due exit options (IPO e M&A), attualmente si assiste a molte meno IPO rispetto il periodo delle dot.com.

Per quanto riguarda invece le M&A  è da applaudire il comportamento di aziende come Cisco, che convincono (anche con una somma di denaro) i dipendenti con una propria idea a mettersi in proprio per poi acquistare la start-up.

L’impossibilità per le grandi aziende di mantenere all’interno lo sviluppo di questi progetti è data da ragioni di conto economico: in caso di avvio di un progetto interno la voce R&D si appesentirebbe, deprimendo l’utile. Di conseguenza il calo del reddito costringe gli analisti finanziari a ribassare le loro valutazioni sull’azienda.

Vincentelli ha poi voluto condividere quanto appreso nella sua esperienza da v.c. partendo dalle quattro basic rules dei v.c.: validità del team (con l’espressione people, people, people ripetuto come un mantra), l’esistenza di un mercato ampio e crescente, un’idea grande e difendibile, la rigorosa applicazione delle migliori pratiche dell’innovazione.

I fattori di rischio nel valutare le opportunità di start up sono invece: esecuzione, mercato, tecnologia, le variabili future financing (es. l’11 settembre ha provocato la chiusura immediata dei finanziamenti) e regulatory (il cambio di alcune regole può limitare l’impatto di alcune innovazioni).

In base a dati statistici, un fondo di v.c. su 10 investimenti compiuti conta un’attività che rende più di dieci volte quanto investito, la metà non frutta alcun reddito, la parte restante genera redditi compresi tra uno e dieci volte la somma impegnata.

L’importanza dell’innovazione. L’innovazione, secondo Vincentelli, non è importante solo a livello di economia ma può avere interessanti impatti anche sulla politica estera. Ad esempio le nuove tecniche di estrazione hanno permesso gli Stati Uniti di divenire indipendenti dal petrolio dell’Arabia Saudita . Non è un caso che Washington abbia allentato i rapporti con l’Arabia, avvicinandosi contemporaneamente all’Iran.

Vincentelli ha poi parlato dell’annosa diatriba tra ricerca di base e applicata. A suo dire la ricerca vera deve essere collegata a qualcosa che non si conosce e deve condurre a risultati concreti. Questo pragmatismo favorisce negli Stati Uniti la reciproca fiducia tra ricercatori, industriali e venture capitalist producendo relazioni di mutuo vantaggio.

Queste relazioni proficue attirano l’interesse di molte aziende e permettono il trasferimento della tecnologia dagli ambienti accademici all’impresa ad esempio attraverso gli studenti che compiono ricerche all’Università portando poi i risultati in azienda.

Concludendo Vincentelli ha poi evidenziato che un ulteriore motivo di contrasto tra la realtà italiana e quella americana è la presenza nella seconda di modelli cui ispirarsi: il presidente Barack Obama e il suo motto “Yes we can” riassumono al meglio questa mentalità.

Casi come quelli di Facebook e Twitter, nonostante nascondino la prossima bolla speculativa (secondo Vincentelli e molti altri), fungono da traino per tutto il sistema.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

Informiamo gli appassionati e i curiosi sull'ecosistema startup e gli attori al suo interno!

ideastartup on facebook

Copyright © 2015 IdeaStartup

To Top