Born to be startup

Intervista a Francesco Marino, CEO e founder di Ganiza

copertina fb_Ganiza

Siamo andati ad intervistare Francesco Marino, giovane startupper siciliano che ci racconta del suo progetto Ganiza e di come si può far startup anche nel Sud Italia. 

Ci racconti un po’ come nasce il tuo percorso professionale? Quando hai pensato a Ganiza?

L’idea di Ganiza è nata da un problema che avevo con il mio gruppo di amici: non riuscivamo mai a decidere cosa fare insieme la sera, soprattutto durante il weekend. C’era chi voleva fare una cosa, chi un’altra, e così finivamo per perdere un sacco di tempo a cercare nuove idee o a metterci d’accordo su Facebook e Whatsapp.

Così io, Valentino e Daniele abbiamo deciso di creare un’app che rendesse tutto questo più semplice e rapido. Mi sto per laureare in Economia, ma le strade convenzionali non mi interessano. Ho avuto la fortuna di incontrare le persone giuste con cui sviluppare questa idea e porre le basi per un vero e proprio business.

ganiza

A chi si rivolge?

Ci rivolgiamo principalmente ad un target liceale e universitario: questo è il periodo della vita in cui si esce di più e si creano gruppi numerosi. Ma Ganiza va bene anche per gruppi piccoli che vogliono velocizzare l’organizzazione delle proprie attività.

Chi collabora al progetto?

Gli altri due co-founder sono Valentino Romano, CTO, e Daniele Virgillito, CMO. Il team è cresciuto durante l’accelerazione presso il Working Capital Accelerator, che ci ha permesso di lavorare molto anche sullo sviluppo del prodotto e della value proposition. Abbiamo avuto la fortuna di entrare in contatto e collaborare con Fabrizio Sgroi, Fabrizio La Rosa, Marco Rinaldi, Enrico Tuttobene e Flaviano Arbia.

Cosa ti ha spinto a dare vita a una startup che si occupa della vita sociale dei possibili interessati?

Se devo essere onesto, pur essendo un appassionato di tecnologia credo che al giorno d’oggi ci siano tante piattaforme e strumenti che anziché aiutarci sottraggono tantissimo tempo alla vita “reale”. Per questo mi piace l’idea di provare a dare il mio contributo a qualcosa che ci fa “uscire” dal mondo digitale e vivere meglio il tempo libero. La nostra applicazione ti permette di trovare idee interessanti su cosa fare con gli amici (o creare delle idee nuove), lanciare fino a 3 proposte al tuo gruppo di amici e decidere in pochi tap cosa fare tramite un sistema di votazione interna.

Cosa ti spinge a portare avanti una startup soprattutto in Sicilia dove non è affatto facile anzi dare vita a realtà simili? 

Il progetto Working Capital della Telecom ha creduto fortemente nell’acceleratore di Catania. Qui ci sono tanti ragazzi che hanno deciso di tornare dall’estero per provare a creare qualcosa di valore qui, nel luogo in cui sono nati e cresciuti. Penso che questo sia bello, e spero che in futuro diventi sempre più facile far nascere e crescere nuove imprese qui in Sicilia e in Italia.

Secondo te quali competenze e caratteristiche deve avere un buon startupper? C’è qualche CEO per cui nutri una particolare ammirazione? 

Provare a creare un business è sicuramente una grande sfida, credo sia importante essere umili (accettare i consigli, cercare di migliorarsi sempre) e persistere nonostante le difficoltà. Sapevi che i fondatori del famosissimo Airbnb erano quasi andati in bancarotta, e per fare un po’ di soldi si sono inventati delle scatole di cereali per le elezioni USA?

Come vivi la “concorrenza” con le altre startup del tuo territorio e che difficoltà hai incontrato finora?

Nel mondo digitale in cui operiamo non c’è una vera concorrenza con le altre startup a noi vicine, anzi! C’è una “contaminazione” positiva di stimoli, competenze, idee! Le difficoltà ci sono, ma anche insieme agli amici/colleghi startupper si cercano ogni giorno nuove soluzioni. Il punto forte di Ganiza? Sicuramente la sua semplicità.

Come vedi Ganiza tra un paio di anni?

Tra qualche anno immagino Ganiza come una grande community dove ogni giorno milioni di persone trovano idee su cosa fare con gli amici, lanciano proposte e decidono insieme agli altri come trascorrere il proprio tempo libero in compagnia.

Non vediamo l’ora di farvi provare l’applicazione! Seguiteci su Facebook, a brevissimo rilasceremo la versione beta per iOS.

 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top