how-toIn Italia

50 milioni per Pmi innovative e reti di impresa da parte del Governo

Si compone di 21 articoli l’ultima bozza del decredo sull’Investment compact che il Governo porterà al Consiglio dei Ministri di oggi 20 Gennaio 2015.

Tra gli articoli più interessanti che verranno discussi vi saranno le reti di imprese e l’introduzione di un nuovo concetto di “Pmi innovativa” che includerà:

– Piccole imprese con spese in Ricerca e Sviluppo pari almeno al 10% del maggiore valore tra costo e valore totale della produzione;

– Almeno un terzo della forza lavoro espresso da personale altamente qualificato;

– Introduzione come requisito della presenza del brevetto.

Le Pmi con queste caratteristiche entreranno in una sezione speciale del registro delle imprese che consentirà loro di beneficiare delle semplificazioni e delle agevolazioni fiscali e in tema di lavoro, che oggi sulla base del decreto crescita 2.0, sono riservate alle startup innovative (società costituite da non più di 4 anni).

A meno che di sorprese legate alla copertura, sarà rifinanziata con 50 milioni l’agevolazione fiscale che si è chiusa nel 2012 e che consisteva in una sospensione di imposta sugli utili che le imprese, partecipanti a un contratto di rete, destinavano alle realizzazione delle attività oggetto del programma.

Related posts
In Italia

Da startup innovative a PMI innovative, come si sta evolvendo la legge a riguardo

how-toIn Italia

Perché essere startup innovativa? Una guida per muoversi tra crowdfunding ed agevolazioni