early stage startup

Premio Round table: le nuove idee di domani

round table for startup 2015

Dopo la prima edizione del premio RoundTable4Startup dell’anno passato, sabato pomeriggio 18 aprile si è tenuta la seconda edizione nella suggestiva cornice del Museo della Storia della Medicina a Padova; le premesse c’erano tutte!!!

8 idee finaliste
19 membri di giuria
5.000 euro in palio

È stato un pomeriggio frizzante, le otto idee presentate hanno dimostrato di essere capaci di catturare l’attenzione della giuria e a loro volta i valutatori non hanno risparmiato domande pungenti e provocazioni.
Il format della manifestazione ha permesso a chiunque fosse in sala non solo di essere spettatore di un interessante dibattito, ma anche di considerare questa occasione come un importante momento formativo per capire cosa viene valorizzato e come si valuta un progetto di impresa. Tra le domande di approfondimento più frequenti, ricordiamo: le competenze del team a servizio della startup, le strategie per creare base utenti, il time to market per la creazione dei prototipi, la strategia di marketing e le metriche reali fino ad oggi ottenute.
Vi presentiamo i finalisti:
– Conself è un nuovo software di progettazione CFD SaaS. L’accessibilità e un’infrastruttura user friendly permetteranno a questo software di agganciare il target di imprese che, ad oggi, non possono permettersi le licenze di software competitors;
– Faberest è un marketplace per rivalorizzare le attività artigianali e culturali del nostro territorio e che darà nuova linfa ai nostri produttori locali;
– GoodAppetito, già finalista della 360by360competition, grazie al suo nuovo paradigma ti propone la spesa giusta e più conveniente sulla base della ricetta scelta; molto interessante la strategia di co-marketing proposta alla GDO ed ai grandi brand alimentari ed anche le partnership sviluppate con altre startup come Supermercato24, vincitrice della seconda edizione di 360by360competition;
– Kais la “stampante 3D de noialtri” per tutte le tasche e soprattutto capace di riportare il piacere della co-creation. Ciò che più ci ha colpito però è l’età dello startupper: 16 anni ed una miscela esplosiva di entusiasmo;
– kidPass il portale che risponde ad un bisogno sempre più sentito dal genitore digitalizzato, “dove posso trovare strutture child friendly?”, un elenco di facilities per singola location ti farà scegliere con più tranquillità dove trascorrere del tempo con il tuo bambino;
– Lectios, l’applicazione che ti legge articoli e mail … per esempio finchè sei alla guida o stai facendo attività sportiva. La nuova frontiera di quest’app sarà senz’altro il mercato dell’accessibilità dei non vedenti;
– MadeUp un sistema di tag contro la contraffazione che, un domani ormai prossimo, si inserirà nel trend dell’internet delle cose, facendo parlare gli oggetti che si andranno ad acquistare;
– SmartWin è una nuova turbina che rivoluzionerà il mercato del mini-eolico. La grande innovazione è la capacità delle pale di adattarsi al vento presente riuscendo a sfruttare non solo le normali condizioni atmosferiche ma anche il vento prodotto dai nostri spostamenti cittadini… Un progetto brevettato ed ambizioso che mira a portare l’energia pulita in tutte le nostre città.
Questi progetti sono stati valutati da una giuria che per la prima volta ha visto riuniti allo stesso tavolo: Incubatori (H-Farm, VEGAinCUBE, Fabbrica Saccardo, Digital Accademia, Fornace dell’Innovazione, Start Cube) Parchi Scientifici, Fondi di Investimento, VC e Startupper (come UBER e Spotify). Una giuria che ha valutato a 360 gradi i progetti dall’idea imprenditoriale, al team alle prospettive di crescita e che ha incalzato i finalisti con botta e risposta molto ficcanti.

Il vincitore è SmartWin, il progetto che più rispecchiava i criteri di valutazione della giuria tra cui le competenze del team, la fattibilità del progetto, l’innovazione e gli sviluppi futuri.

Click to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top