In Italia

Startup e Innovazione: Nel Lazio ‘Piccolo è bello’

IMG-20150310-WA0001

Parlando di Fondi Europei troppo spesso ci si imbatte in titoli roboanti che parlano di sprechi, o di come si potrebbero spendere meglio. Purtroppo per i non addetti al settore risulta un compito arduo comprendere quanto di vero ci sia nella cronaca e quanto sia frutto del pour parler.
Ho deciso perciò di inaugurare una rubrica mensile che in 20 puntate parli di progetti concreti sparsi nella nostra amata Italia che non si sarebbero mai realizzati senza questi Strumenti.
So già che probabilmente in molti, prima di leggere questi articoli, ignoreranno di vivere o passare ogni giorno accanto a piccoli o grandi progetti finanziati con Fondi Ue.

La prima tappa di questo nostro viaggio è la Regione Lazio.
Se nel mezzo della torrida estate volete cercare ristoro presso il Lago di Bolsena (VT) sappiate che oltre al meritato refrigerio facendo solo due passi in più potete godere di un’esperienza unica grazie al TTouch Totem.

Questo strumento dal design accattivante consente ai visitatori di: conoscere, interagire e capire a fondo le biodiversità presenti nel più grande specchio d’acqua di origine vulcanica d’Europa.

Il Totem è il prodotto di punta della TTOUCH, startup innovativa ospite nello Spazio Attivo BIC Lazio di Viterbo (incubatore di primo miglio finanziato con specifici fondi FESR nel corso della programmazione 2007-2013), che attraverso una perfetta combinazione di: giochi di abilità, schede scientifiche e video consente di conoscere divertendosi l’habitat del lago, ammirarne la complessità e gli aspetti più unici e singolari.

L’azienda, tra le prime nella Tuscia iscriversi al Registro delle Start-Up Innovative della Camera di Commercio di Viterbo, ha una storia allo stesso tempo classica e affascinante che viene ben descritta nel sito aziendale: www.ttouchtables.com.TTouch

Il TTouch è allo stesso tempo tavolo dal design raffinato ed esclusivo device all in one. Esso è allo stesso: piano di lavoro da remoto, smart tv, multimedia-game station, piattaforma per l’accesso a contenuti musicali, multimediali (video, foto, immagini), piattaforma per web conference, attività collaborative on line e di coworking. A differenza di altri touch mobili può essere utilizzato contemporaneamente da più persone e assume l’inclinazione desiderata a seconda del contesto in cui viene inserito e dell’uso che se ne vuole fare.

La sua versatilità è praticamente totale e può essere installato in: uffici, aule studio universitarie, musei, ospedali, negozi e spazi espositivi di varia natura.
Per la serie: lo vedo ma non lo conosco i prodotti TTouch hanno già avuto numerosi battesimi del fuoco: durante MiniArteExtil del 2014 presso il Palazzo Mocenigo di Venezia, per il festival di arte digitale Medioera presso il Palazzo Comunale di Viterbo, per l’evento Panorami d’Italia alll’Università degli Studi della Tuscia.

E pensare che senza quel primo bando realizzato senza fondi europei molto probabilmente tutto questo sarebbe stato più difficile da realizzare.

Conscia di questa e di altre storie di successo, la Regione Lazio ha deciso di allocare risorse importanti per finanziare e sostenere le start-up innovative all’interno della nuova programmazione POR-FESR 2014-2020. Tra fondi per gli incubatori, sosteno all’accesso al credito, tutoraggi ed azioni Imprenderò la cifra complessiva si attesta oltre i 100 Mln di euro.

Non resta che dire in bocca al lupo ai futuri startupper ma prima di salutarci un’ultima chicca: se vi capita di passare per Viterbo e siete colti da un’irrefrenabile voglia di Happy Meal andate al McDonalds di Porta Romana. Fate attenzione al tavolo su quale vi appoggiate però, perché grazie al TTouch Ring potrete: intrattenere i bambini con videogiochi a tema, leggere le ultime notizie, scoprire  le tendenze in materia di salute e benessere.

Non resta che dire alla prossima #stayhungry #staytuned

Click to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top