Storie di successo

Quali sono le miglior aziende per cui lavorare in Italia?

best places to work foto presa da outsideonline

 

Quali sono le migliori aziende per cui lavorare in Italia? Quali fattori contribuiscono a migliorare il clima aziendale? Great Place to Work ha pubblicato lo scorso 29 febbraio, come ogni anno, la lista dei migliori ambienti di lavoro in Italia del 2016. Great Place to Work è un’azienda globale di ricerca, formazione e consulenza. La classifica considera gli aspetti economici ma anche l’impegno delle aziende a creare un clima di lavoro migliore. Tre le classifiche pubblicate, stilate in base alle dimensioni delle aziende. Eccole: 

 

  • Grandi dimensioni: al primo posto si trova il gruppo Dow (manifattura e produzione), al secondo ConTe.it – Admiral Group plc (servizi finanziari e assicurazioni) e al terzo Kiabi (vendita al dettaglio).

 

  • Medie dimensioni:  Cisco Systems (IT), al secondo Vetrya Spa (IT) e al terzo Mars Inc. (manifatturiero).

 

  • Piccole dimensioni: al primo posto Criteo (IT), al secondo In20 (IT) e al terzo Zanox (Pubblicità e marketing).

 

La classifica è originata per 2/3 dal giudizio dei dipendenti i quali, compilando un apposito questionario, contribuiscono ad assegnare alla loro azienda il titolo di Best Workplace. La restante parte è legata all’analisi delle pratiche di gestione delle risorse umane sottoposte alle aziende tramite  il questionario.

Cosa ha sottolineato principalmente questo questionario? Una cosa fondamentale: la fiducia dei dipendenti nei loro manager risiede principalmente in tre valori: credibilità, rispetto ed equità.

Questi valori aumentano considerevolmente la soddisfazione del proprio collaboratore. Esistono tuttavia altre qualità che un luogo di lavoro deve tenere in considerazione. Per migliorare la produttività e il clima aziendale sempre più spesso vengono create aree relax, meeting room e non dovrebbero nemmeno mancare frutta e boccioni di acqua per ufficio.

Riteniamo questa classifica molto interessante per due motivi: permette alle imprese, specie le meno conosciute od emergenti, di farsi notare dai candidati. Questa attività, rientra nelle azioni di employer branding, attività sempre più diffusa che permette di conoscere i valori aziendali prima di entrare in azienda.

Dall’altro lato Great Place to Work rappresenta un ulteriore strumento di dialogo con i dipendenti. Partecipare a questa classifica stimola le imprese a creare condizioni sempre più favorevoli alla produttività dei loro dipendenti.

Voi cosa ne pensate? Avete compilato il questionario per la vostra azienda? 

 

 

Articolo realizzato in collaborazione con Blu, azienda leader specializzata da 15 anni nella distribuzione d’acqua su tutto il territorio nazionale.

Click to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top