In Italia

Intervista a Daniele Morena, Brand Manager di You&Bio

header_banner

Quante volte vi è capitato di andare in profumeria, al supermercato o di sfogliare le pagine degli store online alla ricerca di prodotti cosmetici senza eccipienti chimici dannosi per la salute della vostra pelle? E poi, quante volte vi siete chiesti: “chissà se posso fidarmi di quel che c’è scritto sull’etichetta di questa crema e chissà se questo è veramente un prodotto naturale e biologico“.

Ora tutte le vostre domande hanno una risposta. Basta collegarsi su You&Bio (www.youandbio.com) per avere a disposizione classifiche, valutazioni e recensioni di prodotti cosmetici biologici e naturali. Un mercato che aumenta di anno in anno, che nel solo 2015 ha fatto toccare i 500 milioni di euro di fatturato, con un aumento del 12% rispetto ai 12 mesi precedenti. Numeri che raccontano di un mercato in forte espansione e che mostrano una notevole attenzione da parte del pubblico italiano nella ricerca di prodotti biologici e naturali.

Abbiamo intervistato Daniele Morena, brand manager di You&Bio S.r.l.s.

Raccontaci in poche parole cos’è You&Bio e come è nata questa idea?

You&Bio è sul mercato da circa un anno ed è nata con l’intento di aiutare gli utenti ad effettuare delle scelte consapevoli in merito alla cosmesi naturale ed eco-bio. Negli ultimi anni, infatti, c’è stata una fortissima crescita di questo mercato e un’attenzione particolare ai cosmetici naturali.

Si tratta di un progetto giovane. In quanti lo portano avanti?

Sono tre giovani imprenditori italiani (Daniele De Renzi, Roberto Pizzo e Sara Sulpizi, ndr), con una media di età di circa 30 anni. Nonché, ovviamente, i primi consumatori di questi prodotti. Poi, ci sono molte aziende di settore che stanno diventando le prime promotrici del progetto.

Divulgazione, condivisione e corretta informazione sui prodotti. You&Bio si riconosce in questi tre concetti?

Certo. You&Bio nasce per posizionarsi in una fetta di mercato che è quella di rispondere alla domanda dei consumatori e aiutarli a effettuare una scelta consapevole. Questo grazie ad esperienze di altri utenti che hanno già avuto modo di provare quei prodotti, così da capire meglio qual è il più giusto per loro: che sia naturale, o che sia biologico certificato. Altri generi di prodotti non vengono contemplati nella realtà, per questo motivo la stampa ha eletto You&Bio il TripAdvisor della cosmesi naturale ed ecobio.

Come si fa a non cadere nel tranello di un prodotto “falso bio” o “falso a naturale”?

Purtroppo non esiste un’entità effettiva che regolamenta il settore. Non esistono delle fonti di informazione ufficiali, ci sono centinaia di blog che altro non fanno che promuovere un prodotto, ma nella realtà dei fatti non esiste una fonte super partes che aiuti gli utenti. Per quel che riguarda le aziende, in molte giocano sul marketing, utilizzando i colori verdi, mettendo zero percentuali di qualsiasi eccipiente conosciuto negativo e gli utenti non hanno la concezione della differenza tra un cosmetico naturale, un cosmetico biologico, e cosmetici che si spacciano per naturali.

Quali sono queste differenze?

Innanzitutto un cosmetico naturale non deve avere eccipienti chimici che possono essere dannosi per la salute (conservanti, petroli, alcool, coloranti sintetici, parabeni etc…) deve avere ingredienti 100% naturali e non deve essere testato sugli animali. I cosmetici biologici invece, prodotti di cosmesi realizzati con estratti vegetali, derivanti da piante coltivate biologicamente ed escludendo qualsiasi utilizzo di elementi di sintesi o di OGM, ovvero Organismi Geneticamente Modificati. Inoltre sono quelli che obbligatoriamente devo avere ottenuto delle certificazioni dagli enti di settore. In Italia il principale è l’ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale, ndr).

Hai parlato di un mercato in crescita. Quali sono i rapporti tra You&Bio e le aziende?

Le aziende produttrici trovano in You&Bio un partner molto forte oltre ad occuparsi di recensioni, intende vagliare l’affidabilità di quest’ultime con uno staff tecnico. Altrimenti diventerebbe una recensione fine a se stessa per numero! In futuro, verranno anche rilasciate delle nuove implementazioni legate a negozi fisici: bio-profumerie, bio-market, reseller di settore. Su You&Bio sarà possibile trovarle per ogni città italiana, ottenendo anche dei coupon di sconto per gli utenti.

classifica

Alla base di You&Bio ci sono i concetti di classificazione e confronto con e tra gli utenti. Quanto è importante il rapporto che si istaura tra questa start up e i fruitori del Web?

I fruitori sono il cuore pulsante dell’azienda, la fonte principale! Proprio per ringraziarli del contributo, abbiamo creato un meccanismo di premiazione che chiamiamo Giveaway. Ogni mese proponiamo un marchio differente dove ci sono dai 5 ai 15 prodotti in palio. Gli utenti hanno la possibilità di candidarsi per provarli, e al termine del mese lo staff tecnico di You&Bio seleziona dai 10 ai 15 vincitori con un semplice parametro: quelli che hanno prestato più attività di supporto alla community, quindi chi mette quella recensione che offre un valore aggiunto per l’utente. Questi hanno come unico obbligo quello di farci avere un loro feedback che possa servire sia al portale, sia alle aziende produttrici. Possono candidarsi tramite un semplice pulsante sul sito presente all’interno del forum. Ad esempio, nel mese di maggio ci sono 10 prodotti in palio del marchio Omia.

Di che tipo di target parliamo, chi sono i vostri acquirenti più ambiti?

L’utenza media è compresa tra i 25-45 anni d’età. Un bel 95% di sesso femminile. C’è una piccola percentuale di uomini che sta iniziando ad avvicinarsi a questo settore. In questo momento c’è una grande attenzione al segmento prodotti per bambini, ovvero mamme che navigano nel mondo bio per prodotti destinati ai loro figli: creme solari, lenitivi. In generale, parliamo di donne che si informano, attive nella vita sociale e culturale. Nella media, infatti, un cosmetico si sceglie per le sue caratteristiche, per il suo INCI e per il prezzo. Chi sceglie un prodotto bio è perché mira ad un prodotto sano e al tempo stesso di qualità!

Qual è punto forte di You&Bio?

In questo settore, e in questo momento in particolare è l’istituzionalità che la realtà di You&Bio è riuscita a ottenere in pochissimo tempo. Siamo giunti al punto che i marchi sono i primi a chiederci partnership e supporto per regolare l’informazione di settore. Come dicevo prima, c’è molta ignoranza nel settore e per questo abbiamo deciso di organizzare una redazione interna per la cura del nostro Bio Magazine (consultabile sul sito http://www.youandbio.com/magazine). You&Bio si è posto l’obiettivo di diventare riferimento unico nel settore per gli utenti. Motivo per il quale, oltre alle recensioni, abbiamo sviluppato la prima Guida alla Cosmesi Naturale ed Ecobio di settore con il supporto di un team di chimici – che ringraziamo (Dott.ssa Carla Iacoboni e Dott. Eugenio Ranalli) – che presto verrà distribuita in tutta Italia. Siamo molto orgogliosi di questa produzione perché sarà un grande valore aggiunto per i consumatori e per le aziende produttrici.

Avete delle novità in programma per migliorare ancor di più il vostro progetto?

Come anticipato prima, stiamo implementando un sistema di localizzazione per le bio-profumerie. A brevissimo, verrà inserito uno spazio di visibilità dedicato alle top blogger di settore che diventeranno parte integrante del progetto, contribuendo alla vita del portale. Non ultimo per importanza, un sistema di comparazione prezzi degli e-commerce. All’interno delle pagine di ogni prodotto verrà inserito un modulo dove gli utenti potranno visionare i prezzi degli ecommerce partner e potranno scegliere di acquistare da quello più conveniente.

Il portale è fruibile tramite PC, smartphone, tablet, ed è in programma anche lo sviluppo di App per iOS e Android. Spero il tutto entro l’estate!

Click to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top